D.Lgs. n. 183/2021

Dal 14 dicembre 2021 è entrata in vigore il D.Lgs. n. 183/2021 che introduce, tra l’altro, la costituzione online delle società a responsabilità limitata.

Il legislatore, in attuazione della Direttiva UE 2019/1151 del 29 giugno 2019 e nel dover porre rimedio alla censura del Consiglio di Stato (sentenza 29 marzo 2021, n. 2643), che ha annullato, su ricorso del C.N.N., il D.M. 17 febbraio 2016 nella parte in cui prevede che la costituzione delle startup può essere effettuata online e senza formalità né autentica, ha reintrodotto da ultimo nel nostro ordinamento una procedura in grado di soddisfare le istanze comunitarie

La costituzione online delle S.r.l., anche nella forma semplificata, può avvenire esclusivamente mediante atto notarile redatto in formato elettronico ed a distanza, anche solo per alcune delle parti, con l’utilizzo dell’apposita piattaforma messa a disposizione e gestita dal C.N.N., che consente la videoconferenza e la sottoscrizione dell’atto con firma elettronica riconosciuta.

Tra requisiti di cui all’art. 2 del D.Lgs. 183/2021 segnaliamo: 
📌i) la sede deve in Italia; 
📌ii) i conferimenti versati soltanto in denaro; 
📌iii) il versamento di almeno il 25% del capitale mediante bonifico bancario eseguito sul conto corrente dedicato del notaio rogante. 

Il notaio potrà essere scelto tra quelli che abbiano la propria sede nel territorio del distretto della Corte di Appello in cui si trova la residenza di almeno uno dei soci ovvero in cui la costituenda società intende stabilire la propria sede legale.