Fondo IPCEI – Importanti Progetti di Comune Interesse Europeo

Il Ministro dello Sviluppo Economico rende ufficialmente operativo il Fondo IPCEI.  Tale strumento, per un totale di 1,7 miliardi di euro gestiti dal MISE, consentirà di finanziare le imprese italiane partecipanti ad Importanti Progetti di Comune Interesse Europeo (IPCEI). 

Con il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 165 del 12 luglio 2021, si concretizza anche in Italia la politica UE, post pandemia da Covid 19, volta a consentire gli aiuti di Stato per gli Importanti Progetti di Interesse Comune Europeo. 

A norma dell’art. 3 possono beneficiare delle agevolazioni le imprese, di qualsiasi dimensione, e gli organismi di ricerca che siano destinatarie degli aiuti di Stato individuati nell’ambito IPCEI da una specifica Decisione di autorizzazione della Commissione Europea.
Successivamente, questi, devono necessariamente essere ammessi al sostegno delle autorità italiane.

Le agevolazioni del Fondo IPCEI sono rappresentate dal deficit di finanziamento, calcolato in valore nominale rispetto ai costi e alle spese ammissibili relativi alle attività previste dai progetti autorizzati e nei limiti previsti dalla Decisione di autorizzazione.
Pertanto, se autorizzato, l’intensità dell’aiuto concesso ad una impresa beneficiaria può arrivare fino al 100% dei costi ammissibili.