Ordinanza ingiunzione GDPR – 28 ottobre 2021

Il Garante Privacy si è occupato di un singolare caso in cui un medico, in piena emergenza Covid19, lasciava le prescrizioni per i pazienti appese nel proprio studio con delle mollette da bucato. 

Superando le difese del sanitario, l’autorità ha ribadito che distribuire le ricette lasciandole a disposizione presso lo studio o le farmacie è lecito, ma solo se i documenti sono rigorosamente in busta chiusa, a tutela dei dati sanitari degli interessati. 

Ha pertanto sanzionato il medico con una pesante multa di € 10.000.

Non resta che ribadire che tutti, anche i professionisti che operano in regime di libera professione, devono porre la massima attenzione ai dati dei propri clienti, per non incorrere nei rigori del GDPR.

Per l’approfondimento: https://lnkd.in/ds9Bb6Mj